Sul finire dell’estate: Torta casereccia con le pesche

IMG_20140203_163538

Devo ammetterlo: alcune tra le mie migliori ricette sono nate dalla necessità più che da una precisa intenzione. O possiamo dire: spesso, spessissimo, la mia intenzione ferma è di non buttare mai il cibo, perchè proprio non mi va giù. In questo caso, delle pesche non troppo eccezionali acquistate da MrGrass nel weekend. Ecco quindi nata fresca fresca la torta di oggi pomeriggio. E’ un’ottima torta per la colazione, leggera e delicata, o per una merenda sana. Tra l’altro ha un’ottima resa in termini di porzioni, perchè si serve tagliata a quadrotti. E uno tira l’altro…

Ingredienti:
300 g farina 00
150 g farina di riso
100 g di burro freddo
100g di zucchero
1 bustina di lievito
1 uovo
1 pizzico di sale
125 g di yogurt bianco
5 cucchiai di vino bianco dolce

Per il ripieno:
3 o 4 pesche (meglio se nettarine gialle)
1/2 cucchiaino di zenzero
4 bacche di cardamomo
1 pizzico di cannella
poco succo di limone

Prima di cominciare: io in realtà ho messo 80 g di zucchero perchè ci piacciono le torte poco dolci, è venuta ottima per noi, volendo ci si può anche mettere lo zucchero a  velo al momento di servirla. Ho scritto 100 g perchè credo siano le dosi più “standard”.

Impasto: in una ciotola mettere le farine, il lievito,  il pizzico di sale e mescolare. Aggiungere il burro freddo tagliato a pezzettini e fare la sabbiatura (in pratica si “sbriciola” il burro con la farina, fino ad ottenere appunto piccole briciole). Da ultimo aggiungere uovo, yogurt e il vino.  La lavorazione va fatta il più velocemente possibile e poi l’impasto va messo in frigo da 30 min a 1 h nel ripiano più basso (più freddo). Nel frattempo sbucciare e tagliare le pesche a fettine. Aprire le bacche di cardamomo ed estrarre i semini. Mettere le pesche in una ciotola e irrorarle con poco succo di limone, lo zenzero, i semi di cardamomo e il pizzico di cannella.

Preriscaldare il forno a 150-180 gradi (dipende dal vostro forno).

Tirare fuori dal frigo l’impasto e tagliarlo a metà. Rimettere una metà nel frigo. Foderare con carta da forno una teglia da forno. Stendere l’impasto con il mattarello in una forma il più regolare possibile – per inciso, a me viene sempre un ovale che tenta di essere un rettangolo, non ha ancora trovato la sua indentità. Distribuire sopra le pesche. Prendere l’altra metà pasta dal frigo, stenderla con il mattarello e appoggiarla sopra le pesche. Sigillare i bordi. Non peroccupatevi di fare anche “taglia e incolla” con la pasta: tanto poi la taglieremo.

Infornare nel forno caldo per circa 20-25 minuti. Togliere quando è dorata, lasciarla raffreddare almeno 10 minuti e tagliare a quadrotti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...